MISSIONE: IMPOSSIBILE SBAGLIARE CON ROGUE NATION (In Italian)

0
4

mission-impossible-rogue-nation-final-trailer-1107129-TwoByOne

Tom Cruise è il motore che alimenta il franchising di Mission Impossible ed è così visibile già nei soli primi dieci minuti di Rogue Nation. L’apertura del film è pura adrenalina mentre il personaggio interpretato Cruise, Ethan Hunt, letteralmente appare, appeso sul lato dell’aereo durante il decollo, per salvare il mondo da un altro disastro. Per coloro che sono stati fuori dal mondo negli ultimi sei mesi, Cruise è la controfigura di se stesso.

Cruise è ancora vivo a farne un’altra. Ti siedi per goderti la quiete dopo la tempesta, pur non essendocene una – Mission Impossible è quel tipo di film. L’acrobazia aerea è seguita da un assassinio, e poi subito un momento subacqueo, trainato da un inseguimento moto che culmina in una lotta ai coltelli, un sequestro elaborato e un finale stupendo.

Eppure, persino “la manifestazione vivente del destino”  non può farcela con una sola mano. Che ne dite di un’attrice svedese, simile ad una Bond girl, che porta il nome di Ilsa, che esce in bikini dalla piscina di una villa baciata dal sole a Casablanca? Oh sì, Tom Cruise ha tutto per lui qui, tranne una trama. Come tutti gli altri film di MI, la storia ha alcuni buchi di grandi dimensioni, ma non siamo mai qui per la sceneggiatura, o mi sbaglio?

Rogue Nation prende il via con il botto, con la cinquantatreenne star d’azione, che ancora una volta fa acrobazie che nessuno sopra i diciotto anni dovrebbe nemmeno pensare di provare. Il film è stato affinato con una perfetto formula: il male si presenta sotto forma di “Sindacato”, infuriato contro il “sistema” che perciò “cerca di cambiare” per mezzo di attacchi scelti casualmente. L’Europa, in particolare Londra, gioca un ruolo importante nello schema degli avvenimenti, anche se gli inglesi non sono troppo felici per ciò che accade al loro primo ministro.

Di fronte alla minaccia finale del Sindacato, Hunt ha bisogno di tutte le risorse dell’Impossible Mission Force (IMF). Tuttavia, l’IMF è stata sciolta grazie ai tentativi del direttore della CIA, Hunley, (Alec Baldwin) che procede nella sua missione, in un modo molto scomodo, di rintracciare Hunt.

In mezzo al freddo, Hunt viene catturato e torturato crudelmente dagli uomini del Sindacato, guidati dal “dottore delle ossa” occhialuto e pacato antagonista(Sean Harris). Appena in tempo, un membro misterioso Sindacato, Ilsa (Rebecca Ferguson), dopo aver tolto con cautela i tacchi, aiuta Hunt nella fuga.

Siamo confusi dalla lealtà di Ilsa; lei può o non può essere una parte del Sindacato. Mentre gli attori che ritornano sono efficienti come sempre, Ferguson porta una certa gravitas al progetto. La scena culminante, dove il suo mezzo sorriso è più tagliente di un coltello, è un piacere da guardare.

Proprio quando Hunt viene dichiarato furfante, Benji (Simon Pegg), Brandt (Jeremy Renner) e Luther (Ving Rhames) arrivano in suo soccorso.

C’è una scena subacquea impressionante, che richiede la manipolazione con profili identificativi memorizzati e computer – è lì che Hunt si tuffa in un albero a testa in giù – seguito da un inseguimento spericolato attraverso il Marocco in moto e auto. All’opera di Vienna una sparatoria è quasi troppo ben orchestrata, con tende, schermi sottili e buchi nei muri.

Il regista, Christopher McQuarrie, associato a Cruise in diversi film, dirige il suo primo Mission: Impossible. E’ in grado di capire chiaramente che sta facendo un film che ruota attorno a Cruise, offrendoci un grande pezzo dopo l’altro come omaggio alle precedenti quattro pellicole.

Diciannove anni sono passati dal primo Mission: Impossible, e tuttavia questo è un film che vi terrà incollati durante i suoi 131 minuti. Pop-corn biologico e a basso contenuto di sodio alla mano, e preparatevi a essere ipnotizzati da Cruise in questo eccitante blockbuster.

cfab9ced-7c06-4e22-a049-81669f080493-bestSizeAvailable

five

Rebecca Ferguson as Ilsa in ‘Mission: Impossible - Rogue Nation’ by Paramount Pictures. Courtesy of Paramount Pictures. © 2015 Paramount Pictures. All rights reserved.

rebecca-ferguson-in-mission--impossible-rogue-nation-(2015)

RECENSIONE CINEMATOGRAFICA di Lorenzo Lars Vallot, New York

TRADUZIONE di Lorenzo Lars Vallot, New York